Regione Veneto

Bonus sociale per disagio economico per le forniture di energia elettrica, gas naturale e acqua. Aggiornato al 20 maggio 2019.

Ultima modifica 31 maggio 2019

Dove Ufficio Servizi Sociali Municipio
Via Veneto, n. 2 30030 – Vigonovo (VE)

Quando

Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Giovedi dalle 15.00 alle 18.00

Contatti

Rosella Santi
Tel: 049.9834941
Email: rosella.santi@comune.vigonovo.ve.it


Modulistica unica per la domanda di bonus sociale per disagio economico (elettrico/gas/idrico) aggiornata al 20 maggio 2019

Modulo per il rinnovo o prima domanda Bonus Sociale

Modulo di domanda per Famiglie Numerose

Per altri casi particolari è possibile accedere alla modulistica direttamente dal sito di SGATE

Modalità di richiesta del cittadino

Presentando la domanda di ammissione al beneficio Bonus Sociale all’ufficio protocollo del Comune di Vigonovo.

Documentazione da presentare

  • Domanda da parte del cittadino su modulo prestampato da rinnovare annualmente.
  • Attestazione ISEE in corso di validità
  • Copia documento di identità
  • Eventuale permesso di soggiorno
  • Copia dell'ultima fattura del servizio gas/elettrico/idrico, con le relative attestazioni di avvenuto pagamento (ricevuta di ccp o bonifico)
  • In caso di forniture centralizzate (condominiali) è necessaria la fattura intestata al condominio e l'attestazione di avvenuto pagamento dell'ultima rata delle spese condominiali rilasciato dall'amministratore del condominio.

Iter

  • Presentazione della domanda all’ufficio protocollo del Comune di Vigonovo.
  • Istruttoria per la verifica dei requisiti
  • Rilascio di certificato di riconoscimento del diritto al bonus
  • Comunicazione al distributore di energia elettrica/gas/acqua territorialmente competente del nominativo del beneficiario del bonus sociale.

Tempi

Il Bonus sociale ha validità annuale per cui ogni anno va fatto il rinnovo della domanda.

In caso di:

  • Cambio di residenza:

se il cittadino cambia residenza durante il periodo di godimento del bonus sociale, dovrà recarsi presso il nuovo Comune di residenza per effettuare nuovamente la domanda. In questo caso il bonus sarà trasferito sulla nuova abitazione e sarà applicato fino alla scadenza originaria del diritto.

  • Variazione del numero di componenti:

l’aumento o la diminuzione del numero di componenti non fanno variare l’importo del bonus durante i 12 mesi di godimento. Tale informazione verrà recepita solo al momento del rinnovo della domanda di ammissione al bonus.

  • Variazione del reddito:

analogamente alla variazione del numero di componenti, anche le variazioni della situazione reddituale e patrimoniale del cittadino verranno recepite solo al momento del rinnovo della domanda di ammissione al bonus.


Bonus Elettricità

Descrizione

Il “Bonus Sociale” è un nuovo strumento introdotto per sostenere le famiglie in condizione di disagio economico o sanitario (utilizzo di apparecchiature salvavita) garantendo un risparmio sulla spesa annua di energia elettrica. Consiste in uno sconto applicato sulle bollette della durata di 12 mesi, rinnovabile.

Requisiti del richiedente

Può accedere al bonus sociale per disagio economico:

  • il titolare di un’utenza elettrica domestica con potenza fino a 3 kW, per nuclei familiari con meno di 3 figli: ISEE non superiore a € 8.107,5; nucleo familiare con più di 3 figli a carico: ISEE non superiore a € 20.000;
  • il titolare di un’utenza elettrica domestica con potenza fino a 4,5 kW, per nuclei con più di 3 componenti: ISEE non superiore a € 8.107,5;
  • il titolare di un’utenza elettrica domestica con potenza fino a 4,5 kW, per nucleo familiare con più di 3 figli a carico: ISEE non superiore a € 20.000;

Hanno inoltre diritto al bonus sociale tutti i clienti elettrici presso i quali vive un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita. In questi casi, per avere accesso al bonus sociale, il cliente finale deve essere in possesso di un certificato ASL che attesti:

  • la necessità di utilizzare tali apparecchiature,
  • il tipo di apparecchiatura utilizzata;
  • l’indirizzo presso il quale l’apparecchiatura è installata;
  • la data a partire dalla quale il cittadino utilizza l’apparecchiatura.

Modulo per richiesta "Disagio Fisico"
Allegato ASL

I due bonus sono cumulabili qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità

Note

Il valore del Bonus viene differenziato come segue:

  • 1 o 2 Componenti € 132
  • 3 o 4 Componenti € 161
  • 5 o più Componenti € 194

Disagio Fisico: il valore del Bonus è differenziato in base al nr. delle apparecchiature medico-terapeutiche solitamente utilizzate ed al tempo giornaliero di utilizzo.

Il valore del bonus è aggiornato annualmente dall’Autorità entro il 31 dicembre dell’anno precedente.

Lo sconto in bolletta comincerà ad essere applicato non prima di due mesi dalla presentazione della richiesta di ammissione presso il proprio Comune di residenza.

Normativa di riferimento

Delibera Autorità per l'energia elettrica e il gas n. 42/2013

Delibera Autorità per l'energia elettrica e il gas n. 581/2012

Delibera Autorità per l'energia elettrica e il gas n. 350/2012

Legge n. 2 del 28 gennaio 2009 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, recante misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale".

Decreto interministeriale del 28 dicembre 2007 "Determinazione dei criteri per la definizione delle compensazioni della spesa sostenuta per la fornitura di energia elettrica per i clienti economicamente svantaggiati e per i clienti in gravi condizione di salute".


Bonus gas

Descrizione

Il “Bonus Sociale” è un nuovo strumento introdotto per sostenere le famiglie in condizione di disagio economico garantendo un risparmio sulla spesa annua di Gas. Per i clienti che hanno sottoscritto direttamente un contratto per la fornitura di gas naturale, il bonus è riconosciuto come una componente in deduzione nelle bollette; per tutti i clienti che invece usufruiscono di impianti centralizzati di riscaldamento e non hanno un contratto diretto di fornitura, il bonus è riconosciuto attraverso un bonifico intestato al beneficiario.

Requisiti del richiedente

Può accedere al bonus sociale:

  • il titolare di un’utenza domestica solo di gas a rete e quindi non per il gas in bombola o per il G.P.L.;
  • il titolare di un’utenza domestica per nuclei familiari fino a 3 figli: ISEE non superiore a € 8.107,5;
  • il titolare di un’utenza domestica per i nuclei nucleo familiare con più di 3 figli a carico: ISEE non superiore a € 20.000;

Note

Il valore del Bonus Gas viene ricalcolato ogni anno e porta a un risparmio pari a circa il 15% della spesa media annua presunta, al netto delle imposte, e varia a seconda del numero dei residenti, della zona climatica di residenza  (Vigonovo si trova in zona climatica E) e della tipologia di utilizzo del gas (solo riscaldamento, solo cottura/acqua calda, o entrambi).

Il valore del Bonus viene differenziato come segue:

Famiglie fino a 4 componenti
-  acqua calda sanitaria e/o uso cottura cibi € 37
- acqua calda sanitaria e/o uso cottura cibi + riscaldamento € 173

Famiglie oltre a 4 componenti
-  acqua calda sanitaria e/o uso cottura cibi € 57
- acqua calda sanitaria e/o uso cottura cibi + riscaldamento € 245

Normativa di riferimento

Delibera Autorità per l'energia elletrica e il gas n.42/2013

Legge n. 2 del 28 gennaio 2009 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, recante misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale".

DPR 445/2000 "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa".

DPR 26 agosto 1993, n. 412 art. 2.


Bonus Idrico

Descrizione

Il “Bonus Sociale” è uno strumento introdotto per sostenere le famiglie in condizione di disagio economico garantendo un risparmio sulla spesa annua per la fornitura di acqua. Si tratta di una misura volta a ridurre la spesa per il servizio di acquedotto di una famiglia in condizioni di disagio economico sociale.

Requisiti del richiedente

Possono accedere al bonus sociale:

  • i  nuclei familiari fino a 3 figli: ISEE non superiore a € 8.107,5;
  •  i nuclei familiari con 4 o più figli a carico: ISEE non superiore a € 20.000

Note

Lo sconto è pari a 18,25 metri cubi annui, per ciascun componente del nucleo familiare, che corrispondono al "quantitativo minimo" di acqua vitale necessario (50 litri al giorno a persona).

In termini economici il valore del bonus idrico, per l'anno 2019, in relazione alla numerosità familiare, è il seguente:

- 1 componente   € 5,29
- 2 componenti   € 10,58
- 3 componenti   € 15,87
- 4 componenti   € 21,17
- 5 componenti   € 26,45
- 6 componenti   € 31,75

Normativa di riferimento

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 13 ottobre 2016, emanato in forza dell'art. 60 del cosiddetto "Collegato Ambientale" (Legge 28 dicembre 2015, n. 221) e successivamente attuata con provvedimenti dell'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA)